La saponificazione è il cuore della saponificazione. È la reazione chimica in cui gli elementi costitutivi di grassi e oli (trigliceridi) reagiscono con la liscivia per formare il sapone. Saponificazione significa letteralmente “trasformare in sapone” dalla radice della parola, Sapo, che è latino per sapone. I prodotti della reazione di saponificazione sono glicerina e sapone. Chimicamente, il sapone è un sale acido grasso.

Come avviene la saponificazione

Il processo di fabbricazione del sapone richiede misurazioni accurate poiché si utilizzano sostanze chimiche, alcune delle quali possono essere pericolose. Fare il sapone è un processo semplice ed è probabile che tu abbia molti degli ingredienti e degli strumenti già presenti nella tua cucina.

La saponificazione è una reazione chimica esotermica (dà calore) che si verifica quando grassi o oli (acidi grassi) entrano in contatto con la liscivia (una base). In questa reazione, le unità di trigliceridi dei grassi reagiscono con idrossido di sodio o idrossido di potassio e vengono convertite in sapone e glicerolo. Per alcuni tipi di sapone, viene quindi aggiunto sale per far precipitare il sapone solido.

La saponificazione richiede generalmente circa 24-48 ore per completare una volta che la liscivia e gli oli sono stati miscelati e il sapone grezzo è stato versato nello stampo. Questo processo può essere accelerato aggiungendo più calore o rallentato mantenendo il processo molto fresco.

Calcolatore di sapone

Gli oli e i grassi hanno ciascuno un cosiddetto “valore di saponificazione”, che è la quantità di liscivia necessaria per neutralizzarli completamente nel sapone senza lasciare la liscivia. Ogni olio ha un valore diverso, motivo per cui è importante eseguire sempre ricette di sapone attraverso un calcolatore di liscivia. Il calcolatore aiuterà a garantire che i rapporti di acqua, oli e liscivia siano corretti e produrranno i risultati che stai cercando.

Ingredienti di sapone fatti in casa

Ci sono molte variabili che influiranno sulla saponificazione e diversi ingredienti di sapone hanno caratteristiche ben distinte. Assicurati di ricercare i tipi di acidi che stai usando (es: olio di cocco, olio d’oliva, ecc.) E i risultati che possono avere sul prodotto finale di sapone. A seconda degli ingredienti utilizzati, i saponi possono variare notevolmente con diversi attributi come schiuma, consistenza della barra e capacità di pulizia.

La maggior parte degli ingredienti per la fabbricazione del sapone può essere trovata in un negozio di alimentari o di ferramenta. Assicurati di acquistare liscivia pura di alta qualità che è fatta appositamente per la fabbricazione di sapone. Oltre agli ingredienti base del sapone, ci sono molte opzioni che possono essere aggiunte al sapone per alterare la fragranza, la consistenza e il colore del sapone. Una volta che la produzione di sapone di base ha avuto successo, prova a sperimentare con altre varianti di sapone.

Conservazione di sapone fatto in casa

Il sapone fatto in casa deve essere lasciato asciugare all’aria per circa quattro-sei settimane. Questo è noto come tempo di maturazione e permetterà all’eventuale acqua in eccesso di evaporare dal sapone. È meglio che il sapone si trovi in ​​un luogo fresco e asciutto, senza toccare nessun altro, mentre si sta asciugando. Una scatola da scarpe in un armadio scuro è una posizione perfetta. Se i saponi fatti in casa contengono profumi, riponi ogni sapone profumato nella sua confezione in modo che i profumi non si mescolino. Una volta che il sapone è guarito, assicurati di etichettarlo con gli ingredienti usati e la data di fabbricazione del sapone.