Se sei stato coinvolto nella raccolta di francobolli, probabilmente hai incontrato il termine “copertura” e potresti essere stato perplesso riguardo al suo significato in questo contesto. Il termine “copertura” risale ai giorni di pre-timbro e persino di pre-busta in cui le persone avvolgevano regolarmente un foglio di carta in più intorno alla loro lettera per proteggerlo, creando così una copertura. Da quei primi giorni, il termine “copertura” è stato usato per descrivere qualsiasi articolo di carta stampata che viaggia attraverso un sistema postale.

Per chi non lo sapesse, assomigliano a buste ordinarie e al non-collezionista, è tutto ciò che sono. Per il collezionista informato, qualcuno che può riconoscere il segno ovvio come cancellazioni, uso di francobolli, marcature di percorso o qualsiasi numero di fattori che rendono interessante una copertina e degno di nota, l’articolo ha smesso di essere una semplice busta nel momento in cui è entrato nella posta sistema.

La Gran Bretagna emetteva i primi francobolli del mondo nel 1840. Prima veniva emesso il primo francobollo “Penny Black”, copertine senza francobolli, con solo contrassegni postali scritti a mano o con timbri a mano per indicare che il pagamento e il percorso sono ora raccolti come copertine senza timbro.

Primi francobolli degli Stati Uniti

Nel 1847 gli Stati Uniti emisero i primi francobolli: il Franklin da 5 centesimi e il Washington da 10 centesimi, che diede vita alle prime copertine stampate del Dipartimento degli Uffici Postali U.S. Alcuni anni fa, il National Postal Museum di Washington espone la più grande collezione di copertine affrancata con quei primi due francobolli mai mostrati.

Il catalogo specializzato di Scott Classic inizia naturalmente con questo numero in copertina nel suo pricing dei valori relativi dei francobolli in e fuori copertura. I prezzi di Scott I francobolli degli Stati Uniti coprono fino all’anno 1940. Questo è il punto d’incontro dell’era classica come definito da Scott. Tuttavia, ci sono molte aree interessanti di raccolta di copertine che devono ancora essere catalogate da pubblicazioni tradizionali.

I cosiddetti Prexies sono alcuni degli ultimi classici degli Stati Uniti. Questa serie di francobolli, ufficialmente nota come Issue presidenziale, pubblicata dal 1938 al 1954, ha acquisito sempre più popolarità nel corso degli anni, e copre che fino a poco tempo fa erano considerati comuni e venduti a prezzi stracciati ora vanno in dollari anziché in penombra. Mentre sarebbe stato bello per un collezionista acquistare le copertine Prexie negli anni precedenti, sono ancora abbastanza ragionevoli e non andranno in rovina, come possono fare molti francobolli classici in copertina.

La prossima era dopo le Prexies include cover dal 1940 in poi. Questi rientrano nella categoria della storia postale moderna. Il valore di questi articoli è determinato più o meno dal mercato, non da alcun catalogo. A partire dal 1980 circa, i francobolli sono scarsi sulla posta, quindi è difficile trovarli in copertina in modo corretto, creando prezzi sorprendenti per articoli che possono sembrare normali a occhi inesperti.