• 01 di 02

    Quando “Simile” non è lo “stesso” nel bicchiere di valutazione

    Molte persone non si rendono conto che René Lalique ha iniziato la sua carriera come gioielliere alla fine del 1800. Ha anche progettato per Cartier. Fu solo intorno al 1907 che gli fu commissionato di creare le sue prime bottiglie di profumo di vetro per Coty. Nel 1910, acquistò una fabbrica di vetro, e in breve tempo, quasi abbandonò la creazione di ornamenti mentre la sua attenzione si spostava sulla progettazione di oggetti per la tavola e oggetti artistici che spesso si associano al suo nome oggi. Poiché è stato prodotto per così poco tempo, tutti i primi gioielli di Lalique sono considerati rari e di grande valore.

    Un fatto interessante sul vetro Lalique, tuttavia, è che non è valutato allo stesso modo. Come Nicolas Dawes ha condiviso in Commerciante antico caratteristica, il “diavolo è nei dettagli” quando si tratta di determinare il valore del vetro Lalique.

    Dawes, un Antiques Roadshow Perito e vice presidente di Special Collections for Heritage Auctions, riferisce di aver ricevuto frequenti e-mail affermando che un partito “ne ha visto uno proprio così” valutato per grandi somme. Ma quegli oggetti eccezionalmente costosi sono davvero uguali? Sfortunatamente, la risposta probabilmente no.

    Ad esempio, Dawes cita i decantatori di R. Lalique. Una Caraffa di sei tele chiara e glassata con patina grigia risalente al 1914 è stata documentata come vendita per $ 8.125 attraverso Heritage Auctions. Con un collo lungo e una patina originale, quel pezzo è considerato un raro esempio di primo Lalique. Alla stessa vendita, un decanter in vetro trasparente Wingen venduto per soli $ 813. Realizzato nel 1926, questo decanter è stato venduto come bicchiere da tavola per uso regolare. Più di questi esempi non solo esistevano, tanto per cominciare, ma sono sopravvissuti nel corso degli anni. Quindi, anche se sono entrambi Lalique e simili nella funzione, non sono esattamente gli stessi e non saranno valutati allo stesso modo.

    La condizione gioca anche un ruolo chiave nel valutare Lalique. I due fermacarte Lalique in cristallo satinato mostrati sopra sono entrambi contrassegnati come “Lalique France”. Misurano 8 1/2 “di altezza e sono in condizioni eccellenti. La coppia è stata venduta per $ 517,50 (escluso il premio dell’acquirente) presso Morphy Auctions nel gennaio del 2011 Non è insolito che questi fermacarte esatti, che sono molto belli ma non considerati rari, vendano nell’intervallo $ 250-300 per pezzo. Se uno di essi fosse danneggiato in qualche modo, varrebbe molto meno quello in eccellente forma.

    Ricorda che confrontare gli esempi che sembrano esattamente uguali è importante quando valuti il ​​vetro Lalique, ma osservare i pezzi in condizioni simili è fondamentale. 

    Continua a 2 di 2 qui sotto.

  • 02 del 02

    Lalique Victoire Automobile Hood Ornament

    Sopra è mostrato un vetro tinto di ametista R. Lalique “Victoire”, noto anche come “Spirito del vento”, ornamento di cofano dell’automobile descritto come “un importante progetto Art Deco”. Ha venduto per $ 3.750 nel 2010. Se non avesse avuto un piccolo chip al naso, sarebbe probabilmente stato venduto per un bel po ‘di più.

    In effetti, una mascotte di auto come questa con la montatura illuminante Breves originale è stata documentata come venduta per 21.250 $. Il segreto qui è il monte, tuttavia, che è quasi raro come il vetro stesso. Senza la montatura, un ornamento simile si venderebbe molto meno. Infatti, uno ha effettivamente venduto per $ 16,250 senza montatura e senza colorazione ametista (che si verifica quando il vetro trasparente ha un’esposizione prolungata al sole). E come illustrato sopra, anche un piccolo chip può far svalutare ulteriormente lo stesso oggetto. 

    È sicuro che la maggior parte del vetro Lalique in condizioni da ottime a eccellenti porterà un prezzo decente sul mercato secondario. Ma ricorda di non esagerare nel trovare un pezzo con questo marchio e la possibilità di venderlo per una piccola fortuna finché non sai esattamente quello che hai. Ricercare il pezzo esatto che hai e trovare pezzi simili nella stessa o in una condizione molto simile è fondamentale per valutare con precisione Lalique. E tu non lo sai mai. Un giorno potresti venire con una di quelle vere rarità che venderanno per una somma formidabile. 

Leggi anche  Clarice Cliff's Bizarre Ware and Beyond