Le maglie a maglia e le ventose cuciture a maglia liscia con una mole minore rispetto a quella a tre aghi sono probabilmente familiari con la tecnica di aggraffatura nota come punto Kitchener. Chiamato anche innesto, il punto Kitchener è un modo di lavorare due serie di punti vivi dai loro rispettivi aghi con l’aiuto di filo e un ago da cucito. Il risultato è un giunto liscio che sembra proprio come lavorare a maglia.

I passaggi per eseguire punti Kitchener sono notoriamente difficili da ricordare, spingendo le aziende a stamparli su portachiavi e dog tag. Alcune maglie si basano sul borbottare il mnemonico dei punti di Kitchener, “ricucito, rovescio, rovescio, attaccato,” sotto i loro respiri per ricordare i movimenti di base.

Chiamare questo innesto di manovra ha senso perché i due pezzi di lavoro a maglia si fondono insieme in un tutto in cui la giuntura è praticamente impercettibile (se lo fai bene). Ma perché Kitchener?

Origine del nome Kitchener

C’era una persona di nome Kitchener che ha sviluppato il metodo? La risposta: forse. C’era una persona di nome Horatio Herbert Kitchener, per essere precisi, che nacque nel 1850 e morì nel 1916, fu un feldmaresciallo dell’esercito britannico e servì o comandò truppe nella guerra mahdista, nella seconda guerra boera, nella franco-prussiana Guerra e Prima guerra mondiale. Ha anche lavorato come comandante in capo in India dal 1902 al 1909 e, in qualità di Segretario di Stato per la guerra, è stato determinante nel reclutamento di soldati per la prima guerra mondiale, anche in un famoso e poster ampiamente copiato.

In che modo questo militare è venuto ad associarsi a una tecnica a maglia? Secondo Lore, Kitchener ha sviluppato un modello di calza per le donne britanniche e americane da utilizzare nello sforzo bellico. In contrasto con le tipiche calze del giorno, che utilizzavano una cucitura sulla punta, la calza di Kitchener aveva una punta innestata. La tecnica usata per chiudere il dito del piede divenne nota come punto Kitchener, che è ancora chiamato fino ad oggi.

Leggi anche  Recensione di Kollage Square Knitting Needles

Come molte storie di origine, non ci sono molte prove che questo racconto sia vero, ma è una teoria altrettanto valida del perché chiudiamo la punta di un calzino con il punto Kitchener. Anche se è strano, questo non è l’unico termine a maglia che si dice abbia derivato dal nome di un militare britannico: raglan e cardigan hanno entrambi origini nella storia militare.

Come fare un punto Kitchener

Indipendentemente dal fatto che lo si chiami innesto o punto Kitchener, questo metodo di chiusura della maglia è un modo semplice ed efficace per terminare la maglia senza la maggior parte.

  1. Disporre i punti su due aghi, con lo stesso numero su ciascuno, con i lati del rovescio rivolti l’uno verso l’altro e i punti degli aghi sul lato destro.
  2. Infila la coda su un ago da arazzo. Quindi, usando l’ago nella parte anteriore, tira il necessario per gli arazzi attraverso il primo punto come se stessi andando a rovescio, ma non strappare il punto dall’ago.
  3. Passa attraverso il primo punto con l’ago nella parte posteriore, se stavi per lavorare a maglia. Ancora una volta, tieni il punto sull’ago.
  4. Sull’ago anteriore, passare attraverso il primo punto come se si stesse andando a lavorare a maglia. Questa volta, togli il punto dall’ago. Sullo stesso ago, passare attraverso un nuovo primo punto, come se fosse un rovescio, e mantenere il punto sull’ago.
  5. Sull’ago posteriore, passa attraverso il primo punto come se stessi per rovescio. Questa volta, togli il punto dall’ago. Sullo stesso ago, passare attraverso un nuovo primo punto come per lavorare a maglia e mantenere il punto sull’ago.
  6. Ripeti i passaggi 4 e 5 finché non rimane un solo punto su ciascun ago. Quindi, eseguire il passaggio 2 e quindi il passaggio 4.
  1. Regola la tensione della fila tirando verso l’alto il lato destro del punto e poi verso sinistra.
Leggi anche  Perché il calibro è importante nel lavoro a maglia