• 01 di 10

    Come creare coloranti naturali blu con le piante

    Uno dei colori più preziosi e rari nel mondo vegetale è il blu. L’indaco era così apprezzato che negli Stati Uniti i coloni lo usavano come coltura commerciale.  

    Impara come creare coloranti naturali blu dalle piante e poi usalo per tingere fibre e tessuti per la tua casa, vestiti e progetti di artigianato.

    Una volta che hai imparato le tinture blu, vorrai cimentarti con tutti gli altri colori che possono essere creati da materiali vegetali naturali.

    • Creare coloranti neri naturali
    • Creare coloranti naturali marroni
    • Creare coloranti verdi naturali
    • Crea coloranti naturali all’arancia
    • Creare coloranti naturali di pesca o salmone
    • Creare coloranti naturali rosa
    • Crea coloranti naturali viola
    • Creare coloranti rossi naturali
    • Creare coloranti gialli naturali

    Continua su 2 di 10 qui sotto.

  • 02 di 10

    Fioriture di fiordaliso

    Fiordaliso, Centaurea cyanus, è una pianta annuale originaria dell’Europa con intensi fiori blu. E ‘noto anche come Bottone di Batchelor o Bottiglia blu. Come specie di fiori selvatici nativi, ora è in pericolo a causa della crescita agricola. Tuttavia, è stato coltivato per diventare un fiore giardino piuttosto comune.

    Per creare un bagno colorante, i petali vengono bolliti con l’allume aggiunto all’acqua. Il colorante viene quindi filtrato ed è pronto per colorare tessuti di cotone o lana o filati.

     

    Continua su 3 di 10 sotto.

  • 03 di 10

    Corteccia e frutti di corniolo

    Non c’è nulla di blu su un albero di corniolo, Cornus, ma puoi produrre una tintura blu usando la corteccia dell’albero di corniolo e una tintura blu-verdastra dal frutto rosso. La corteccia di corniolo ha un’interessante trama quadrata. Il frutto è colorato in autunno e in inverno, spesso diventando un brillante scarlatto.

    Il colorante viene estratto facendo bollire grandi quantità di corteccia o frutta con acqua. Deve essere teso prima di tingere il tessuto.

    Continua su 4 di 10 sotto.

  • 04 di 10

    Fiori di Giacinto

    Giacinto, come è comunemente noto, o Hyacinthus, Asparagaceae, è un gruppo di piante cresciute da bulbi in una gamma di colori tra cui bianco, giallo, rosa, viola e blu. Originario del Medio Oriente, i bulbi sono diventati uno standard da giardino in gran parte del mondo, quando i bulbi venivano coltivati ​​commercialmente nei Paesi Bassi.

    Per creare una tintura blu, usa le fioriture blu e viola in grandi quantità bollite con acqua. 

    Continua su 5 di 10 sotto.

  • 05 di 10

    Indaco

    Indaco, Indigofera tinctoria, è un arbusto o piccolo albero trovato in molti paesi nelle parti sudorientali dell’Asia. La tintura è derivata dalle foglie della pianta indaco che sono di colore rosso o viola. Le foglie sono solitamente divise in foglioline più piccole. I piccoli fiori rosa, viola o bianchi sono portati in spighe o grappoli. Il frutto è un baccello, di solito con una sottile divisione tra i semi.

    Le piante di indaco sono state portate nelle colonie americane e sono state coltivate nel profondo sud per molti anni, ma non sono mai diventate il raccolto di denaro che molti coloni si aspettavano a causa delle tecniche speciali necessarie per estrarre e creare polvere di colorante per l’esportazione. Il raccolto fu presto sostituito da riso e cotone.

    Le foglie vengono bollite per estrarre un profondo colorante blu. Le polveri indaco naturali possono essere acquistate se la pianta non è accessibile.

    Continua su 6 di 10 sotto.

  • 06 di 10

    Indaco giapponese

    Indaco giapponese, Polygonum tinctorium, è anche chiamato Dyer’s Knotweed. È una pianta annuale che viene avviata da seme. Ha una stagione di crescita relativamente breve e può produrre una crescita sufficiente per diversi lotti di coloranti ogni estate. Il seme può essere salvato per farlo crescere di nuovo l’anno prossimo.

    La creazione di un bagno di tintura dall’indaco giapponese richiede una serie di passaggi e l’aggiunta di ammoniaca domestica e idrosolfito di sodio. Impara come creare un grande colorante blu intenso dal sito Indigo giapponese a Sheep to Shawl.

    Continua su 7 di 10 qui sotto.

  • 07 di 10

    Oregon Grape

    Oregon Grape, Mahonia aquifolium, è un arbusto sempreverde legato al crespino. Non fa parte della famiglia dell’uva; tuttavia, produce grappoli di frutta blu / viola che assomigliano all’uva.

    L’Oregon Grape è originaria degli Stati Uniti nord-occidentali, ma è stata coltivata per l’uso nel giardino di casa a livello nazionale, tranne nelle aree tropicali.

    Per estrarre la tintura, raccogliere il frutto quando diventa blu e far bollire con acqua usando un mordente di allume. Filtrare la soluzione prima dell’uso.

    Continua su 8 di 10 qui sotto.

  • 08 di 10

    Saffron Crocus Petals

    Gli stimmi del croco allo zafferano, Crocus sativus, valgono il loro peso in oro, forse anche di più. Lo zafferano è una spezia molto costosa ma importante e apprezzata in molte cucine asiatiche.

    Sono i petali blu del fiore di croco che produrrà un bel colorante blu / verde. Ci vorranno molti, molti petali bolliti con acqua per ottenere il colore del bagno di tintura che desideri.

    Continua su 9 di 10 sotto.

  • 09 di 10

    Purple Iris

    Puoi trovare l’iris che fiorisce in tutti i colori dell’arcobaleno. Ma per ottenere una tintura blu, avrai bisogno delle fioriture dell’iride blu / viola. Raccogli i fiori freschi o secchi e usa un mordente di allume per ottenere una tintura blu quando è bollito con acqua.

    Continua fino a 10 di 10 sotto.

  • 10 di 10

    Guado

    Guado, Isatis tinctoria, chiamato anche Dyer’s woad, è un’erba che contiene la stessa sostanza chimica nelle sue foglie come vero indaco e produrrà una tintura blu. La concentrazione della sostanza chimica non è così forte come nel vero indaco, ma produrrà un bel blu.

    Woad è originario dell’Asia centrale, ma ora è stato trovato in tutto il mondo. Per alcuni, è un’erba nociva, per gli altri un raccolto coltivato per la tintura estratta.

    I passaggi per estrarre il colorante blu sono un processo simile all’indaco giapponese e i passaggi devono essere seguiti attentamente.