• 01 di 10

    Come è fatta la carta vetrata

    Il primo passo per fare qualsiasi prodotto di carta vetrata è quello di stampare il backer sul retro della carta. Su fogli di carta vetrata, è qui che si notano la grana e il tipo di carta. Come si può vedere nell’immagine sopra, questo viene fatto su rotoli di carta molto grandi (larghi circa quattro piedi), anche se la stampa può eventualmente essere coperta da un supporto come un gancio a strappo per le levigatrici a motore.

    Un’interessante nota a margine: Nel 1994, Ali Industries iniziò a costruire un’enorme macchina per la produzione di carta vetrata (che chiamano affettuosamente “The Maker”). La stampa del supporto è il passo iniziale eseguito da The Maker. Il primo documento che è venuto fuori da questa linea di produzione è stato un lotto di carta vetrata a grana grossa 320 nel 1997. Alcuni dei prossimi passi mostreranno parti di The Maker.

    Continua su 2 di 10 qui sotto.

  • 02 di 10

    Aggiungere la grinta da applicare

    La graniglia da applicare alla carta vetrata viene versata da sacchetti (che vengono acquistati da fonti esterne) in una tramoggia.

    Esistono vari tipi di granulosità utilizzati in diversi tipi di carta vetrata. Ad esempio, molte carte abrasive a mano sono realizzate con granato o ossido di alluminio, mentre molte carte abrasive utilizzate per le levigatrici a motore sono fabbricate utilizzando zirconio nero (che è fondamentalmente lo stesso materiale con cui sono fatti i finti diamanti di zirconio cubici).

    Sorprendentemente, questa sabbia nella tramoggia si sente molto più liscia di quanto non faccia sulla carta vetrata. L’immagine sopra è di un abrasivo a grana 120, ma sembra letteralmente quasi setosa nella forma grezza.

    Continua su 3 di 10 sotto.

  • 03 di 10

    Applicazione della resina alla carta vetrata

    Per aggiungere la grana alla carta, è necessario applicare prima una resina sulla carta. La carta stampata viene alimentata attraverso una vasca contenente la resina scelta nell’immagine sopra.

    Esistono diverse resine che vengono utilizzate nella produzione di carta vetrata, ma i due tipi principali sono le resine urea, utilizzate per le carte abrasive a mano e le resine fenoliche per la levigatura elettrica. Le resine fenoliche reggono molto meglio il calore generato dalla levigatura.

    Continua su 4 di 10 sotto.

  • 04 di 10

    Aggiungere la grana alla carta vetrata

    Con la resina applicata, la carta è pronta per la grana da applicare. Questo è probabilmente il passo più interessante e critico di come viene prodotta la carta vetrata. Ci si potrebbe aspettare che la grinta sia semplicemente cosparsa uniformemente sulla carta, ma in realtà è un po ‘più alta tecnologia.

    La graniglia viene spruzzata su un nastro trasportatore che viene caricato elettrostaticamente, il che a sua volta conferisce alla sabbia una carica statica. Mentre il trasportatore si muove, la carta rivestita di resina viene fatta cadere attraverso un rullo di circa due pollici sopra il trasportatore. A causa della differenza delle cariche elettrostatiche, la grana salta letteralmente verso l’alto sulla carta rivestita di resina. Più impressionante, perché la parte più pesante di ogni grano dalla forma particolare porta una carica più forte, la parte più spessa di ciascun grano è incorporata nella resina, lasciando esposto il bordo più nitido di ogni granello.

    Continua su 5 di 10 sotto.

  • 05 di 10

    Essiccazione della resina

    Dopo che la grana è stata applicata alla carta, l’intero rotolo viene eseguito attraverso un enorme forno. La lunga striscia di carta è letteralmente avvolta su una serie di braccia (vedi l’immagine sopra) che lentamente trasporterà la carta vetrata appena creata attraverso un lungo forno. La temperatura di questo forno viene monitorata da vicino, e la carta coperta viene tirata giù da un lato del forno, quindi si esegue il backup sul lato opposto. L’intero processo di essiccazione richiede meno di un’ora per asciugare la resina e incollare la grana sulla carta.

    Continua su 6 di 10 sotto.

  • 06 di 10

    Aggiunta di un secondo strato di resina

    Dopo che la carta vetrata si è asciugata nel forno, la seconda mano di resina viene applicata e quindi asciugata. Aggiungendo una seconda mano di resina alla carta, la grana è rivestita con resina, che gli darà una vita molto più lunga di quella che si avrebbe senza la seconda mano di resina.

    Continua su 7 di 10 qui sotto.

  • 07 di 10

    Flettendo la carta vetrata

    Una volta che la carta vetrata ha applicato una seconda mano di resina e asciugata, l’intero rotolo viene eseguito di nuovo attraverso una macchina chiamata flexer (vedere l’immagine sopra). Questa è fondamentalmente una serie di rulli progettati per sciogliere un po ‘le resine senza rimuovere la grana dalla carta. Il risultato è una carta vetrata molto più flessibile.

    Continua su 8 di 10 qui sotto.

  • 08 di 10

    Applicazione del supporto

    Dopo aver flesso la carta vetrata, la fase di produzione finale prima del taglio e dell’imballaggio è quella di applicare qualsiasi backer richiesto alla carta vetrata. Ad esempio, molte levigatrici a orbita casuale utilizzano un sistema di fissaggio a gancio. È durante questo passaggio che il supporto del tessuto per il dispositivo di chiusura a strappo verrà applicato alla carta vetrata.

    Continua su 9 di 10 sotto.

  • 09 di 10

    Stampa del packaging

    Prima che la carta vetrata finita possa essere confezionata e preparata per gli scaffali di vendita al dettaglio, la confezione deve essere preparata. Ali Industries esegue quasi tutto il suo imballaggio in casa. Possono stampare, tagliare le pieghe e incollare quasi tutti gli imballaggi richiesti dai loro clienti.

    Continua fino a 10 di 10 sotto.

  • 10 di 10

    Taglio e imballaggio

    Il passo finale su come viene prodotta la carta vetrata è il taglio e il confezionamento.

    Una volta completato il rotolo di carta vetrata, largo un metro e mezzo, viene consegnato a una macchina da taglio dove il prodotto finale viene tagliato e confezionato. Nell’immagine sopra, i dischi di levigatura dell’orbita casuale vengono tagliati e impacchettati. La macchina da taglio in realtà può ospitare un numero di rotoli contemporaneamente, facilitando l’imballaggio. Ad esempio, se un pacchetto finito contiene cinque dischi di orbita casuale di granulometria variabile, l’operatore della macchina da taglio installerebbe cinque rulli delle granulometrie necessarie sulla macchina, e i cinque fogli verrebbero scaricati nella macchina impilati l’uno sopra l’altro per essere tagliare tutto in una volta. Ciò semplifica all’operatore la semplice rimozione di pile di cinque dischi alla volta, come visto sopra.

    Nel caso di altri prodotti, come le cinghie per levigatrici a nastro, è necessario adottare ulteriori misure. Tuttavia, per la maggior parte dei prodotti che non richiedono una produzione aggiuntiva, il processo è simile. Aggiungi il numero prescritto di rotoli alla taglierina, passa attraverso la taglierina e rimuovi le pile dal retro, inserendole in pacchi finiti e in scatole per la spedizione.

Leggi anche  Falegnameria a maschio e femmina